collegamento con altri progetti

milklimat

Alcune aziende che partecipano ai casi studio del progetto WORKLIMATE, in particolare quelle del settore zootecnico, sono coinvolte anche nel progetto “Sistemi di precisione automatizzati nella gestione dell’allevamento bovino da latte in Mugello per far fronte ai cambiamenti climatici (MILKLIMAT)”, finanziato nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 della Regione Toscana (Bando GAL START). Il progetto ha come obiettivo quello di proporre un ammodernamento nelle metodologie di controllo degli animali per permettere di superare difficoltà di carattere organizzativo, sanitario e produttivo messe in luce dai cambiamenti climatici ed in particolare dal caldo. L’interazione tra i due progetti pone in evidenza l’importanza dell’approccio interdisciplinare nella gestione delle emergenze generate dai cambiamenti climatici oltre che favorire una ottimizzazione delle risorse necessarie per il monitoraggio ambientale previsto nell’ambito dei due progetti. Una descrizione dettagliata del progetto MILKLIMAT è presente sul sito del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari e Forestali (DAGRI) dell’Università di Firenze, oltre che sul sito della Fondazione Clima &Sostenibilità, entrambi partner di progetto.

heat-shield

Alcune aziende che partecipano ai casi studio del progetto WORKLIMATE, in particolare quelle del settore agricolo, hanno partecipato anche ai casi studio realizzati nell’ambito del progetto europeo HEAT-SHIELD, finanziato dal programma HORIZON 2020 e della durata di 5 anni. L’obiettivo del progetto (ancora in corso) è quello di individuare soluzioni tecnologiche innovative, misure preventive e linee guida comportamentali specifiche per i lavoratori e finalizzate alla tutela della loro salute dai rischi connessi alle elevate temperature. Nell’ambito di tale progetto, in cui il CNR partecipa insieme all’Università di Firenze, è stato formalizzato un accordo con INAIL che ha contribuito in maniera determinante alla diffusione dei risultati, sia attraverso la realizzazione di meeting sia attraverso pubblicazioni scientifiche. Il progetto WORKLIMATE nasce proprio dall’esigenza di colmare alcune lacune presenti nel progetto HEAT-SHIELD, con particolare riferimento alla realizzazione di un sistema di allerta da caldo personalizzato, specifico per il settore occupazionale, e in grado di fornire una informazione ad elevata risoluzione spaziale e temporale per tutto il territorio italiano. Inoltre, la rete di monitoraggio ambientale realizzata nell’ambito del progetto viene utilizzata anche per WORKLIMATE, garantendo quindi una serie storica di dati meteo-climatici più lunga, oltre che una ottimizzazione delle risorse.
Una descrizione dettagliata del progetto, oltre che la piattaforma personalizzata di allerta da caldo HEAT-SHIELD valida per circa 1800 località europee è visualizzabile ai seguenti link:

Reti di RLS per la promozione della salute

Il progetto WORKLIMATE, per lo svolgimento di alcune delle attività previste, con particolare riferimento alla somministrazione di questionari specifici per il settore occupazionale e mirati alla valutazione della percezione del rischio da caldo per i lavoratori, si avvale anche della collaborazione con il progetto “Reti di RLS per la promozione della salute”. Tale progetto è finalizzato a migliorare conoscenze e competenze dei RLS/RLST del settore agricolo, implementando Reti di interconnessione fra RLS, incrementando il livello delle reti esistenti, potenziando la cultura della prevenzione e della promozione della salute secondo i principi e i metodi dell’Igiene Occupazionale. Nell’ambito di tale progetto è stato creato un modello applicativo dei suddetti principi alle reti, riferito a specificità e problematiche degli ambiti vitivinicolo, oleario e florovivaistico, comprendente materiali informativi specifici per gli RLS e per gli studenti di scuole e università orientate al settore dell’agricoltura. Il progetto Reti di RLS è stato concepito prevedendo anche una importante compartecipazione di INAIL, realizzata a diversi livelli: attraverso la creazione di un portale e di una app specifici dedicati ai RLS del settore agricoltura contenenti materiali originali sui temi della promozione della salute e dell’igiene occupazionale, attraverso un “forum” al cui interno gli interessati possano scambiarsi domande, risposte ed esperienze a vari livelli. Fra i materiali originali (comprendenti cortometraggi video e infografiche) è stato creato anche uno specifico “Manuale di buone pratiche per i RLS in agricoltura”, downloadabile gratuitamente per gli iscritti al portale, contenente nozioni generali, consigli utili e misure di prevenzione specifica secondo i principi dell’igiene occupazionale.

L’utilizzo del portale, della app e dei materiali in essi contenuti è libero e gratuito tramite il seguente link:

i partner